Nuova raccolta differenziata: anche per i topi?

Posted on 29/12/2013

La situazione di degrado in cui versa la nostra città si fa sempre più preoccupante. Da un lato la microcriminalità è un fenomeno ormai quotidiano che non risparmia niente e nulla, dall’altro il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, imposto alla cittadinanza nonostante motivate opposizioni e resistenze da parte degli utenti, che ha trasformato le strade della nostra città in un ricettacolo di rifiuti a cielo aperto. Per eguagliare la poco invidiabile situazione in cui versano le strade di tante altre città, ci mancava però un ingrediente importante: i topi. Ebbene, anche questa lacuna pare sia stata colmata. Questa mattina alcuni residenti mi hanno segnalato, con disgusto e comprensibile irritazione, la presenza di un grosso ratto (morto) presso le campane della raccolta differenziata in via Bari, di fronte al civico nr. 11 (la casetta semirurale che dovrebbe – forse – divenire museo). Mi pareva una segnalazione francamente inverosimile, mai in tanti anni mi era capitato di vedere un ratto (vivo o morto) nella zona di Via Bari / Alessandria, pur con la presenza di parchi e terreni incolti. Sono andato quindi a verificare: le foto allegate parlano più di tante parole.. Ci mancavano solamente i topi, notoriamente portatori di parassiti e virus. Grazie anche di questo Amministrazione comunale e tanti auguri ai bolzanini per l’anno a venire, né hanno veramente bisogno!! Bolzano, 29 dicembre 2013 Unitalia – Movimento Iniziativa...

Continua »

SEGNALAZIONE GUASTO ILLUMINAZIONE PARCO SEMIRURALI

Posted on 12/11/2013

SEGNALAZIONE GUASTO ILLUMINAZIONE PARCO SEMIRURALI

Alla c.a del Direttore ufficio mobilitá Ing.Ivan Moroder Egr. Sig. Moroder Dopo diverse segnalazioni di lamentela sulla mancanza dell’illunimazione al Parco delle Semirurali, ho fatto questa sera un sopralluogo con alcuni residenti. Ho constatato che il problema ciclicamente si ripropone e anche questa volta una parte del parco risulta al buio(vedi foto allegate), poiché diciassette lampioni non sono funzionanti. Visto il disagio e i rischi a cui potrebbero andare incontro i cittadini a causa dell’assenza dell’illuminazione, la prego gentilmente di attivarsi per risolvere questo problema. Distinti Saluti Marco Caruso Consigliere del Quartiere Don...

Continua »

Pesanti ritardi nella consegna della posta

Posted on 07/11/2013

Nel quartiere Don Bosco da alcuni mesi la posta viene consegnata con pesanti ritardi. É capitato arrivassero lettere dopo 15 giorni e bollette da pagare già scadute. La zona più colpita, stando alle segnalazioni che mi arrivano dai cittadini , è quella di via Resia. Le cause, a mio avviso, stanno tutte nei tagli fatti al personale, che mettono a dura prova gli stessi postini, costretti a ritmi di lavoro pesanti Credo che i responsabili di Poste Italiane, per garantire un servizio così importante per la cittadinanza, debbano intervenire velocemente aumentando l’ organico. Bolzano 07/11/2013 UNITALIA MOVIMENTO INIZIATIVA SOCIALE Marco Caruso Consigliere del Quartiere Don...

Continua »

Che fine ha fatto l’abete promesso agli abitanti del Casanova?

Posted on 02/11/2013

Dopo le polemiche dell’anno passato, Il 27.11.2012, la Giunta Comunale bolzanina, aveva comunicato che avrebbe affidato alla Giardineria il compito di piantare un’abete nella zona Casanova del Quartiere Don Bosco. Tale abete sarebbe stato poi addobbato ogni anno nel periodo natalizio. Fino ad ora del suddetto albero però non c’é traccia, quindi c’é da chiedersi se anche questa promessa, come tante altre fatte agli abitanti della zona Casanova, verrà o meno mantenuta. Bolzano 02/11/2013 UNITALIA MOVIMENTO INIZIATIVA SOCIALE Marco Caruso Consigliere del Quartiere Don...

Continua »

Urzì non ha alcun diritto di decidere chi è destinato o meno alla rottamazione politica.

Posted on 31/10/2013

UFFICIO POLITICO DI UNITALIA Non penso che in questa fase così delicata, caratterizzata dalla debacle totale del centro destra, ci possa essere qualcuno che, eletto in estremis, azzarda giudizi in casa altrui o abbia, addirittura, la prepotenza e l’arroganza di emettere sentenze su chi deve o non deve lasciare la politica attiva. Prima perché la Destra in Alto Adige non perde consensi a differenza di quella parte pseudo centrista di cui Urzì fa parte: Unitalia cede il 20% che è esattamente la percentuale in piu di Coloro che hanno disertato le urne rispetto alle ultime provinciali. Se poi vogliamo coniugare l’area politica a cui ci riferiamo, che è quella da cui ha attinto voti anche la Destra di Storace, non può sfuggire che la somma dei voti ottenuta da noi e Loro è addirittura maggiore di quella dell’ultima tornata elettorale malgrado, e va ribadito, l’astensionismo sia aumentato del 20% da parte degli elettori italiani. Questo chiarito, esclusivamente sulla base dei numeri, il pulpito di carta pesta da cui parla Urzì che, senza l’apporto di Vezzali e dei Suoi fedelissimi (minimo 1.800 voti), avrebbe ottenuto un risultato del tutto simile a quello di Minniti ( come l’enorme numero di preferenze da Urzì perse sta chiaramente a dimostrare), poggia sulla argilla della speculazione politica più abominevole e sposa in pieno la sua indole sempre e comunque “paraculistica”. Non tanto perché sia Holzmann prima, che la Biancofiore dopo, hanno costruito, le sue fortune politiche ma anche soprattutto perché fino ad un mese prima della presentazione delle liste Urzì e Vezzali mi chiesero espressamente di fare entrare Unitalia nel Loro progetto politico. Possibile che in due mesi sia divenuto, da auspicato alleato, a soggetto degno della rottamazione? Sia quindi chiaro ad Urzì, entrato si in Consiglio per il rotto della cuffia, ma perdente migliaia di preferenze, che non gli è consentito di riferirsi al sottoscritto invitandolo a lasciare la politica perché la mia passione mi impone di restare a presiedere Unitalia in quanto io sono entrato nell’ agone politico dopo decenni di militanza e tre elezioni in Consiglio Provinciale. Questo lo debbo solo a me Stesso e agli elettori che in me e negli Uomini e nelle Donne di Unitalia hanno posto fiducia e non certamente a favoritismi di altri, leggasi Holzmann e Biancofiore, senza i Quali Urzì sarebbe a “fare un altro lavoro”. Non volevo, non voglio e non vorrò, creare ulteriori polemiche e beghe da giro scale con chiunque sia nell’area del centro destra ma sia chiaro ad Urzì, come a chiunque altro, che prima di citare Unitalia e il sottoscritto devono sciacquarsi molto bene la bocca non solo con l’acqua ma anche con l’acido muriatico. Bolzano, 31 ottobre 2013 Donato Seppi...

Continua »

Pagherà il Sindaco l’affitto della Sala Rossa?

Posted on 19/10/2013

‘Evitare che l’aula consiliare si trasformi in un comizio elettorale permanente.’ Era questa la ragione che aveva indotto il Sindaco Spagnolli a disdire tutte le sedute di ottobre del Consiglio comunale. La realtà dei fatti era ben tutt’altra, come avemmo modo di denunciare. La verità è che l’inettitudine di questa maggioranza e di questa giunta fa sì che in Vicolo Gumer Assessori e beneficiari del poltornificio pigliano regolarmente laute indennità ed emolumenti ma che a lavorare abbiano assai poca voglia. Col ché la città boccheggia, tutto è fermo, i contribuenti continuano a pagare tasse e tributi ma le soluzioni tanto sbandierate nei trionfalistici quanto surreali programmi elettorali restano nel cassetto. Qualche chiazzata, qualche festa bucolica in piazza Walther grazie alle quali i politici di palazzo trovano significato e giustificazione per mettere insieme il loro lauto pranzo con la loro lauta cena. Ma a dispetto dei proclami del Sindaco ecco disattesa subito anche la prima e più elementare delle consegne: non usare spazi pubblici per scopi elettorali di partito. Ma anche il più elementare del fair play evidentemente non appartiene al primo cittadino tant’è che ha ritenuto ovvio potersi avvalere della sala Rosa per indire il suo comizietto. Avrà forse voluto risparmiare o far risparmiare agli Assessori provinciali del PD che vantano, è indispensabile ricordarlo, emolumenti da ventimila euro al mese, i 200 € per l’affitto di una sala privata? Un’interrogazione urgente per appurare ciò è stata inoltrata. Bolzano 19.10.2013 Luigi Schiatti, consigliere comunale...

Continua »