PROPOSTA:Corso di autodifesa femminile

Posted on 02/02/2014

PROPOSTA:Corso di autodifesa femminile

Propongo al Consiglio di Quartiere Don Bosco di organizzare un corso di autodifesa femminile rivolto alle cittadine residenti nel nostro Quartiere.

La violenza “di genere” è una realtà che va affrontata, combattuta e risolta. Propongo pertanto un corso di autodifesa femminile indirizzato alle donne del Quartiere Don Bosco.

Ritengo questo un atto di prevenzione, in quanto prevenire è la mossa giusta per mettersi al riparo da incontri potenzialmente spiacevoli e da brutte esperienze. Il pericolo può essere evitato e gestito in modo responsabile per vivere più sereni la propria vita e la propria città. Questo corso sarebbe rivolto alle donne intese come potenziali vittime di aggressioni di vario tipo. Lo scopo di questo corso sarebbe quello di aiutare le donne a potenziare il proprio livello percettivo e cognitivo in relazione alle situazioni di pericolo e ad acquisire sicurezza in se stesse.
Il corso si svilupperà attorno a 3 livelli di interesse:

– Aspetto psicologico e penale
– Preparazione fisica
– Preparazione tecnica

1. L’aspetto psicologico mira ad individuare le differenti caratteristiche e le tipologie di aggressione e aggressore. E’ fondamentale saper valutare l’entità del pericolo per poterlo affrontare. Questi gli aspetti che si vogliono insegnare: come prevenire l’aggressore, come chiedere aiuto in modo efficace, come comportarsi in presenza di un aggressore e come superare il trauma subito. Si tratteranno anche le nozioni sul diritto penale della legittima difesa, con la possibilità di avere agli incontri, una psicologa o un magistrato.

2. La fase di preparazione fisica intende invece migliorare le capacità motorie delle partecipanti al corso, potenziandone velocità, forza e resistenza. Acquisire consapevolezza nelle proprie capacità aiuta ad allentare la tensione e a vincere le paure.

3. Con l’acquisizione di elementari tecniche di difesa personale – basate anche sul Metodo Globale di Autodifesa (M.G.A.) FIJLKAM, realizzato grazie al lavoro di un gruppo di esperti di arti marziali e “costruito esclusivamente sulla difesa e sulla capacità di controllare l’aggressore” – si vuole spiegare alle partecipanti come poter utilizzare il proprio corpo e oggetti di uso quotidiano come armi di difesa nel caso in cui non fosse possibile evitare il pericolo o superarlo con il controllo psicologico della situazione o con una richiesta di aiuto esterno.

Il corso verrebbe organizzato in collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Judokwai Bolzano nata a Bolzano nel lontano 1977 per la passione e l’iniziativa del M° Pierangelo Dainese e della Moglie Adele Moro.
Ad occuparsi dei corsi sarebbe il Sig. Fabio Dainese (Vice Presidente A.S.D. Judokwai Bolzano) che é inoltre disposto ad incontrare il Consiglio del Quartiere Don Bosco per illustrare l’iniziativa e discutere di eventuali dettagli con i Consiglieri.
Luogo pensato per lo svolgimento del corso potrebbe essere la Sala polifunzionale Ortles.

Bolzano, 02/02/2014

Unitalia – Movimento Iniziativa Sociale

Marco Caruso

Consigliere del Quartiere Don Bosco