Sedute del consiglio annullate, questo Giunta non lavora

Posted on 02/10/2013

Per evitare che l’aula si trasformi in una piazza da campagna elettorale. E’ questa la motivazione addotta dal Sindaco per chiedere la cancellazione d’emblée di tutte le sedute di ottobre del Consiglio comunale della città capoluogo.
Come se sistematicamente in occasione di precedenti consultazioni si siano registrate gazzarre o comizi in aula.
Ciò che sostiene il Sindaco è solo un abile mossa per distrarre dal problema vero. Il fatto concreto è che questa giunta di nove componenti, il cui costo supera di gran lunga il milione di euro all’anno per le casse del Comune, da tempo oramai, anzi fin dall’inizio del suo corso, non produce e non ha prodotto nulla.
Nel corso di questo mandato consigliativo ci sono forse da ricordare titaniche azioni di rivisitazione dell’assetto urbano, si è assistito ad una rivoluzione nel trasporto pubblico e nella circolazione dei mezzi privati, sono state introdotti miglioramenti nel la gestione della cosa pubblica (impianti sportivi, patrimonio comunale, infrastrutture), sono forse stati avviati investimenti epocali, si sono ridotti i costi della macchina amministrativa? Nulla di tutto questo.
Il Sindaco Spagnolli ha continuato a vivacchiare senza promuovere altro che non fosse il nuovo, e tanto detestato, sistema della raccolta dei bidoni condominiali e la demolizione del Pascoli. Tutto il resto è rimasto immutato. Ma allora cosa servono tutti questi assessori? Solo a inaugurare feste e intitolare aiuole a questo o quello sconosciuto? A elargire provvidenze ad associazioni di amici degli amici? A mantenere delle persone?
La questione del palcoscenico elettorale da evitare è solo un paravento. La ragione vera della soppressione delle sedute è legata unicamente al fatto che questa Giunta e questo Sindaco non hanno nulla da proporre alla città e al suo Consiglio. E dimostrazione ne sia che l’ultima seduta di settembre sia durata solo tre quarti d’ora perché non c’era niente da trattare.
La minoranza politica, forte delle prerogative regolamentari, avanzerà richiesta di convocazione del Consiglio per trattare i temi aperti e mettere di fronte alle proprie responsabilità questa maggioranza e questo Sindaco completamente inoperosi.

Bolzano 02.10.2013
Luigi Schiatti, consigliere comunale Unitalia